domenica 20 gennaio 2019

POST N.405 - Ipotesi budget (2)

Partendo dalle dichiarazioni ufficiali:

..."Consideriamo 3,7 milioni di passeggeri l’anno anche se quelli della linea bus 11 sfiorano i 5 milioni. Abbiamo previsto un costo di biglietti di 0,90 euro e contributi della Regione per il Tpl di 1,75 euro al chilometro. Abbiamo anche stimato i costi di manutenzione di 4 euro al chilometro, oggi pari 3,5”, ha spiegato il direttore generale dell’Agenzia, Ermete Dalprato.



RICAVI


Cliccare sull'immagine per la visualizzazione dei ricavi
(1) N.Pax
Prendendo il 2020 come anno intero abbiamo i 3.700.000 indicati sopra.
Il trasporto dal punto di vista statistico considera andata + ritorno come due biglietti e non uno solo. 
Quindi abbiamo 1.850.000 passeggeri unici (per viaggio).
Dividendo per il numero dei giorni sono 5.068 passeggeri medi (267 passeggeri/ora in una giornata con servizio di 19 ore).
(ndr si considera 1 passeggero chi ad esempio sale ad una fermata e scende alla successiva).



(2) Var.%le

Variazione percentuale

(3) KM annui

Si considerano 750.000 km annui; considerando la lunghezza del percorso e un servizio giornaliero di 19 ore viene fuori mediamente una cosa ogni (circa) 10 minuti.
Cio' significa che ci saranno dei periodi in cui la frequenza potrà essere di 15-10 minuti ed altri in cui la frequenza sarà di 10-7,5 minuti.

(4) Ricavi biglietteria
Si considera un prezzo medio netto iva di 0,9 euro; tale prezzo puo' considerarsi prudenziale perchè intanto i prezzi dei biglietti sono aumentati 2 volte.
Da considerare che secondo il bilancio start romagna 2017 il bacino di Rimini ha il 50% delle corse con biglietto di corsa semplice e il 13% con carnet pluricorse e che tra Rimini e Riccione sulla percorrenza lunga sono 2 zone e non una sola.
Considerando il 70% a una zona ed il 30% 2 zone e che gli abbonamenti si utilizzano 1 volta al giorno andata + ritorno il prezzo sarebbe 1,05 euro netto iva, quindi il dato riportato è molto prudenziale.

(5) Contributi c/esercizio
I contributi c/esercizio sono pari ad euro 1,75 euro/km. 
Tale dato è anch'esso prudenziale in quanto attualmente è di 2,2 euro/km
http://bur.regione.emilia-romagna.it/dettaglio-inserzione?i=8ac8daa57c6e41c3a55fd27ff173bcb3

(6) Ricavi pubblicità / locazioni / vending
Non sono previsti ricavi di questo tipo ma è chiaro che è sicuramente fattibile


COSTI E UTILE(PERDITA)

Cliccare sull'immagine per la visualizzazione dei costi e dell'utile(perdita)

(7) Costi erogazione servizio/commercializzazione/manutenzione
Come sopra riportato si considerano 4 euro a km a cui poi si andranno ad aggiungere anche ulteriori voci (vedi sotto).

(8) Canone annuo AMR su TRC Rimini FS-Riccione FS
PMR ha investito per questa linea 7,1 milioni di euro con un mutuo; questo è il corrispettivo calcolato per il gestore per l'utilizzo dell'infrastruttura e dei mezzi.
Estratto da bilancio di previsione 2019 PMR ..

..."Il valore di detto canone è già stato quantificato in euro 1.100.000,00 all’anno, ciò sulla base del Piano Economico Finanziario dell’opera aggiornato nel 2015, dal quale si evince che la redditività del sistema è tale da poter consentire il pagamento di un canone di quel tenore. Mi sento di affermare che il valore sopra riportato è fortemente garantista per il futuro gestore in quanto contiene valutazioni già oggi comportanti maggiori marginalità. A titolo esemplicativo faccio notare che il piano economico è stato elaborato considerando un trasferimento da contributi TPL già oggi superiore per circa il 20%; l’ipotetico costo/chilometro superiore di circa il 35% rispetto a quello preso a riferimento per l’ordine di servizio 2017 e le tariffe sono state aumentate."...

(9) Costi di struttura
Si considera prudenzialmente un valore di euro 100k annui

(10) Oneri finanziari
Si considera che i contributi c/esercizio vengano incassati nell'anno successivo a quello di riferimento e che gli utili siano tutti distribuiti.

(11) Imposte d'esercizio
Il costo dell'irap risulta decrescente per effetto dell'incremento del load factor e quindi incide sempre di meno nel business plan.

POST N.408 - Il bus rapid transit nel mondo è un sistema "vecchio"?

Il TRC nella tratta Rimini FS-Riccione FS è stata sicuramente un'opera pesante ed impattante.

Comunque sia, il TRC utilizza i concetti del bus rapid transit (nel nostro caso la corsia  in sede propria, riscossione delle tariffe pre-imbarco, prioritizzazione dei segnali, piattaforma di imbarco a livello dei mezzi, marchio e logo). 

L'elemento fondamentale di questa tecnologia non è quindi il mezzo ma l'infrastruttura.

La domanda quindi che ci si pone è: il bus rapid transit nel mondo è un sistema vecchio?

Corre in nostro aiuto il sito GLOBAL BRT DATA


Da come si vede dalle immagini questa tipologia di trasporto è in pieno sviluppo, quindi chi continua a dire che questo sistema è obsoleto, esprime un'opinione basata su pregiudizio e non su dati oggettivi.

Sistemi brt presenti prima del 1990

Sistemi brt tra il 1991 e il 2000

Sistemi brt tra il 2001 ed il 2010

Sistemi brt dal 2011

Riepilogo sistemi brt attualmente in esercizio 

Sistemi brt in espansione e/o schedulati/in costruzione






POST N.407 - Opere complementari di riqualificazione

Sotto alcune foto relative all'inizio dei lavori in zona via Lugano / Cav. Vittorio Veneto e relativi al rifacimento di rampa a norma e marciapiedi.







POST N.406 - Conferenza dei Sindaci sul Piano di bacino di Rimini con l’avvio di MetroMare

Dal sito della provincia di Rimini

Conferenza dei Sindaci sul Piano di bacino di Rimini con l’avvio di MetroMare




18 Gennaio 2019

Si è svolta questa mattina in Provincia la Conferenza dei Sindaci avente ad oggetto la presentazione del Piano di bacino di Rimini – Piano del Trasporto pubblico urbano in ragione dell’avvio del servizio di MetroMare (ex Trc).
Oltre ai sindaci o loro delegati erano presenti rappresentanti di PMR, AMR e START.
La riunione è stata presieduta dal presidente della Provincia Riziero Santi e dal consigliere provinciale delegato in materia e sindaco di San Giovanni in M. Daniele Morelli.
Il presidente della Provincia Santi ha ripercorso il lungo cammino di questa opera ora al traguardo, segnalandone gli aspetti salienti. Successivamente i tecnici hanno illustrato ai sindaci il piano di riprogettazione delle linee di trasporto pubblico attuali in ragione dell’imminente avvio di MetroMare, un piano di razionalizzazione e rimodulazione delle linee che senza aumentare i costi integra MetroMare nel sistema del trasporto pubblico provinciale con benefici complessivi per l’utenza, anche dell’entroterra.
Presentato il piano i sindaci sono intervenuti per sottolineare le esigenze dei loro Comuni, in particolare è emersa fortemente la volontà di uno ‘sfondamento’ dell’opera a sud (da Riccione a Cattolica) e a nord (da Rimini a Bellaria-Igea Marina). Il presidente Santi ha espresso grande soddisfazione per l’andamento e l’esito dell’incontro: “Tutti i soggetti interessati erano presenti, in un clima costruttivo. Si è parlato di come partire al meglio e di come sviluppare ulteriori tratte a nord e a sud. A questo punto la Provincia istituirà subito un tavolo di coordinamento istituzionale per lavorare insieme sugli sviluppi di MetroMare in modo coordinato.”

domenica 13 gennaio 2019

POST N.404 - Ipotesi budget (1) - PMR, AMR ed il futuro gestore

L'assegnazione del servizio TRC è di competenza di AMR (agenzia della mobilità romagnola); l'introduzione del TRC comporterà un ridisegno generale delle linee del TPL (vedi PUMS comune di Rimini). 
Occorrerà quindi arrivare al nuovo assetto definitivo del bacino riminese.

..."Altro elemento imprescindibile è l'assegnazione del servizio ad un Gestore in possesso dei necessari requisiti di legge. Sotto questo profilo, la competenza non potrà che essere di Agenzia della Mobilità Romagnola la quale, una volta ottenuti a cura degli Enti concedenti i necessari atti di istituzione dei servizi, potrà rimodulare il programma di esercizio del bacino riminese ed assegnarlo nelle forme di legge (da bilancio di previsione 2019 PMR).



In sostanza abbiamo tre soggetti giuridici:
1.La stazione appaltante del TRC (PMR) che riceverà un canone di affidamento per l'utilizzo dell'infrastruttura (fino a quando non viene aperta è solo un costo). Con questo canone (pari ad 1.100.000 euro annui) potrà essere coperto il mutuo diretto (di 7,1 mln di euro con ICCREA) e la copertura dei costi di struttura ed investimento.

2.PMR richiederà quindi il canone di affidamento dell'opera sopra citata ad Agenzia della mobilità romagnola (AMR). A sua volta AMR affiderà l'opera al gestore del TPL (una volta scelto).

3.Il gestore del TRC avrà ricavi (da biglietteria, contributi conto esercizio e ricavi derivanti da pubblicità, locazioni e vending), tra i costi quelli di erogazione del servizio, commercializzazione e manutenzione della linea), pagando inoltre il canone di affidamento (che per semplicità lo manteniamo uguale).

mercoledì 9 gennaio 2019

POST N.403 - Panoramica TRC visto dal treno

Ho trovato oggi questi due video su youtube relativi ad una panoramica del TRC visto dal
treno






giovedì 3 gennaio 2019

POST N.402 - Nuova linea di progetto 9b e fermata TRC Cav.Vittorio Veneto

Continuando con la lettura del Pums del Comune di Rimini ed in particolare per le interrelazioni con il Trc, la linea 9B di progetto viene indirizzata sull'asse mediano senza deviazioni, garantendo comunque il collegamento Santarcangelo - Aeroporto e realizzando il capolinea sul lato mare di Cav. Vittorio Veneto, dopo avere interscambiato alla fermata Miramare Airport del Trc.